Il soldato americano Joe O’Donnell fu inviato come fotografo di guerra a Nagasaki all’indomani della tragedia che colpì il Giappone nell’agosto 1945.

Gli scatti che ha realizzato sono commoventi e tristemente poetici, hanno colpito profondamente O’Donnell, tanto profondamente che, al suo ritorno in patria, li ha rinchiusi in un baule e sono tornati alla luce solo dopo quasi mezzo secolo dallo scoppio dell’atomica.

Ora queste immagini sono in dotazione al Kyoto Buddhist museum e viaggiano per il mondo come monito alle coscienze di singoli e nazioni.

Delle oltre 100 fotografie scattate nel 1945 la più iconica e famosa è certamente quella che ritrae un bambino di Nagasaki con in spalla il fratellino morto nel bombardamento atomico mentre lo porta al crematorio. Quella stessa immagine è stata scelta nel 2018 da Papa Francesco per trasmettere un rinnovato messaggio di pace e ricordare a tutti «…il frutto della guerra», come recitava la didascalia a commento della foto.

Le immagini di “NAGASAKY Beyond” rilanciano un messaggio rivolto al futuro, oltre i confini, oltre le nazioni, oltre le religioni, oltre l’odio, solo per la pace.


Il programma 2022

Luogo e data dell'evento

Dal 13 luglio al 31 luglio
Museo della città
Via Luigi Tonini, 1
47921 Rimini

Prezzo

Ingresso intero gratuito
Ingresso ridotto gratuito

Aggiungi in agenda

iCalendar

Mappa