”Nostro fratello di Assisi”: San Francesco a Fumetti

  • -

”Nostro fratello di Assisi”: San Francesco a Fumetti

COMUNICATO STAMPA

”NOSTRO FRATELLO DI ASSISI”: SAN FRANCESCO A FUMETTI

Una selezione dei migliori autori, da Caprioli ad Altan passando per la Marvel
In mostra nel chiostro del convento Santa Croce di Villa Verucchio in occasione della Festa del Perdono

SFrancesco illustrazione SALVAGNO lowVerucchio (RIMINI), 30 luglio 2015 – Un itinerario espositivo dedicato al Poverello di Assisi. Una originale versione della sua vita e della sua straordinaria esperienza spirituale attraverso una rilettura a fumetti. È la proposta della mostra Nostro fratello di Assisi. San Francesco a fumetti, a cura del festival Cartoon Club e in collaborazione con Water Team, che si inaugura sabato 1 agosto a Villa Verucchio nel chiostro del Convento dei Frati Minori (ingresso libero), in occasione della Festa del Perdono di San Francesco.
L’esposizione propone una selezione di comics da tutto il mondo sulla vita e le opere del Patrono d’Italia. Un excursus originale e suggestivo, proposto in diversi quadri, che prende le mosse dal fumetto italiano del dopoguerra, tra storia, leggenda e fascinazione, come nel caso del grande Franco Caprioli e “La leggenda della pietra bianca” pubblicato su il Vittorioso (1963). A incontrarsi in punta di matita con l’esperienza di San Francesco si sono succeduti, con accenti e modalità diverse, Giacinto Gaudenzi e Francesco Gamba, un giovane ma già abile Gianni De Luca, Renato Frascelli, Gino Gavioli e i più contemporanei Alberto Azzimonti e Simone Delladio. È del 1980 St. Francis, brother of universe dalla Marvel: realizzato dal mitico John Buscema e scritto da Marie Severin, il fumetto è ispirato al film di Zeffirelli Fratello Sole, Sorella Luna ma risente della vena supereroistica dell’editore. Infine non si può non fare i conti con l’opera di Dino Battaglia, frutto di un segno “dolcemente incerto tra sogno e realtà, inquieto e meticoloso”, e immerso in una religiosità “che tuttavia può soddisfare anche un laico, perché vi si ravvisa innanzitutto lo sforzo di capire e stringere in un sistema totalizzante l’universo o, come volete, il creato”.
SFrancesco BATTESTINI pag 74Il percorso espositivo riguardante San Francesco nei fumetti, comprende anche l’opera del notissimo Altan, che ha fatto anche molto discutere per la sua interpretazione del santo e non solo iconografica, oltre alle recentissime versioni di Luca Salvagno (bravissimo autore, erede di Jacovitti su Cocco Bill, che per il Poverello d’Assisi strizza l’occhio anche a Battaglia) e Roberto Battestini, l’autore pescarese più volte vincitore del Premio “Fede a Strisce” organizzato a Rimini per il fumetto di impianto religioso.
Novità assoluta, è la sezione dedicata a Santa Chiara, anche lei proposta a fumetti e in maniera sempre più intensa negli ultimi anni. Diversi autori si sono soffermati sulla vita e le scelte della religiosa, collaboratrice di Francesco d’Assisi e fondatrice dell’ordine delle monache clarisse, canonizzata nel 1255 da Alessandro IV nella cattedrale di Anagni e dichiarata da Pio XII (nel 1958) santa patrona della televisione e delle telecomunicazioni.

La mostra “Nostro Fratello d’Assisi. Storia di una esperienza di Dio” si inaugura sabato 1 agosto e resterà aperta fino al 31 agosto nel chiostro del convento Santa Croce dei Frati Minori di Villa Verucchio.
Una “guida breve” dell’esposizione è a disposizione gratuita dei visitatori.

Ufficio stampa
Fucina798 comunicazione
Rimini

info@fucina798.com

Share